LUCA GIOMBI
Scenografie & Allestimenti
IL MATRIMONIO SEGRETO


 “Matrimonio: Unione fisica, morale e legale dell’uomo (marito) e della donna (moglie) in completa comunità di vita, al fine di fondare la famiglia e perpetuare la specie.”

definizione tratta dall’Enciclopedia Treccani

Oggi si presta molta più attenzione al giorno della cerimonia che al vero e proprio significato che la parola matrimonio dovrebbe esprimere. Si parla fin troppo dei preparativi per le nozze, del vestito degli sposi, delle bomboniere e degli inviti ma non si parla più della resposabilità che i coniugi dovrebbero avere l’uno per l’altro. Questa superficialità e ipocrisia rispecchiano il modo di concepire il matrimonio per tutti i personaggi dell’opera all’infuori di Carolina e Paolino che hanno deciso di sposarsi per amore. Lo hanno fatto in segreto, senza dire nulla a nessuno, pur non avendo dote da offrire, una buona posizione sociale; si sono sposati solo in virtù del loro affetto reciproco che non ha bisogno di sfarzo, di titoli, di denaro e di grandi cerimonie per essere autentico. Il comportamento dei due giovani sembra essere in completa opposizione a quello di tantissime coppie odierne che pensano solo a realizzare un giorno indimenticabile senza porre troppa attenzione alle vere responsabilità che un matrimonio dovrebbe richiedere.

Con il nostro allestimento abbiamo voluto appositamente riproporre questo mondo superficiale e di stucchevole apparenza con cui tutti noi abbiamo a che fare. Abbiamo pensato che il posto che meglio rispecchiasse i toni scherzosi dell’opera e il suo scenario fosse proprio un atelier di abiti da sposa dei nostri giorni. Abbiamo scelto di non creare però uno spazio naturalistico ma una scenografia che, con le sue sproporzioni, i suoi colori e arredi bizzarri, evocasse un luogo astratto ma riconoscibile. Uno spazio che lo spettatore possa immediatamente riconoscere come stereotipo scherzoso e lezioso di un atelier di abiti da sposa. Tutto all’interno di questo atelier è una gigantesca parodia del “matrimonio alla moda”.

In questo strambo negozio, dalle pareti rosa confetto, i mobili scivolano sul pavimento immacolato spinti da silenziosi paggetti e grandi pareti ricolme di abiti appesi scendono dal soffitto mutando di volta in volta lo spazio e creando così le varie sale dell’atelier.

Tutti gli arredamenti sono volutamente eccentrici e ridicolmente fastosi come i lampadari a forma di torta, gli elevatori fucsia e le vistose pareti di abiti da cerimonia.

La scelta di ambientare l’opera nel negozio di Geronimo è stata fatta per rispecchiare l’anima puramente venale e commerciale del padre delle ragazze, il quale non esita a vendere o scacciare una delle sue figlie solo in virtù del denaro e della posizione sociale.

 Concept di regia, scene e costumi: Luca Giombi, Matteo Lelli e Giovanna Pozzato

 

ENGLISH VERSION

Marriage: physical, moral and legal union of a man (husband) and a woman (wife) in community life, in order to found a family.

Nowadays, more than in any other era, people are obsessed with the wedding day, the success of the ceremony and the wedding banquet. This new fashion was immediately used by the media to offer programs and television shows in which comes out only the business and aesthetic side of this RITO.

The research of the ideal partner, of the perfect bridesmaid’s and bride’s dress, the perfect location: TV and internet contribute greatly to the loss of meaning of the word “marriage”. Today we pay much more attention to the day of the ceremony that the real meaning of the word marriage should express. People talk about the preparations for the wedding, the dress of the bride and groom, the fancy sweet-boxes and invitations, but we no longer speak of responsibilities that spouses should have for one to another.

This superficiality and hypocrisy reflects the way of thinking for all the characters in the play, except Carolina and Paolino, who decided to marry for love, and not for convenience. They got married in secret, without saying anything to anyone, even if they haven’t got a dowry, or a good social position. They got married only because of their mutual attachment: it doesn’t need glitz, names, money or formality to be authentic and true. The behavior of this young couple seems to be in complete opposition to the ideas of many couples of our days, who think only to make an unforgettable day but they not pay attention to the real responsibility that a marriage should request.

With our production we want to specifically propose this superficial and sickly world of appearance, that we all see every day. We think that best place to reflected the playful mood of the opera (and its scenery) was a modern wedding dresses atelier. However we have decided not to create a naturalistic space, but instead a set that evokes an abstract but recognizable place, through its disproportions, its colors and whimsical furnishings. We have created a space that the audience can immediately recognize as a humorous and cutesy stereotype of an atelier of wedding dresses. Everything in this set is a gigantic parody of a “Marriage à-la-mode“.

In this wacky shop the walls are candy-pink painted, the furniture are slip on the immaculate floor and big filled-clothes walls hanging down from the ceiling, creating the rooms of the atelier from time to time.

All the furnishings are deliberately eccentric, ridiculous and stilted, as the chandeliers that looks like a wedding cake, the hot-pink scissor lifts and the vaporous wedding dresses.

We decided to set the work in the shop of Geronimo, in order to show off the venal and commercial soul of this man, who could “sell” or expel one of his daughters only because of money and social position.

 


LEAVE A REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RELATED PROJECTS

logo turandot 2
TURANDOT – Magic Opera Progetti, Scenografie

REGIA: Luca Ramacciotti SCENE: Luca Giombi EFFETTI SPECIALI e ILLUSIONISTICI: Mattia Boschi   CONCEPT di Regia di Luca Ramacciotti Il libretto…

Logo TOSCA Regia e scenografia-1
TOSCA Progetti, Scenografie

REGIA: Luca Ramacciotti SCENE: Luca Giombi TOSCA, Note di Regia di Luca Ramacciotti Tre frasi per ognuno dei protagonisti della…

logo trittico
TRITTICO di Giacomo Puccini Progetti, Scenografie

REGIA: Luca Ramacciotti SCENE: Luca Giombi Questi sono bozzetti per una proposta di allestimento scenico del Trittico Pucciniano. Tre universi…

logo la traviata
LA TRAVIATA Progetti, Scenografie

Progetto di regia, scene e costumi per il Bando di concorso indetto dal European Opera Prize (in collaborazione con Camerata…


Loading